Archive for Novembre 1st, 2011

Due orange wines

martedì, Novembre 1st, 2011

Devo delle scuse a chi, giovedì scorso, è venuto ad ascoltarmi alla Compagnia del Taglio di Modena. Doveva esserci la presentazione de I cani lo sanno alle 18, ma non ce l’ho fatta. Una serie prodigiosa di eventi sfigati, a partire da due ore e mezzo di fila a Firenze Nord, ha fatto sì che arrivassi alle 20.40 in enoteca. Giusto per la cena con i vini di Angiolino Maule. Non mi era mai capitato di dover annullare in corso d’opera una mia presentazione. E non è bello che accada.
Non ho colpe, ma chiedo comunque scusa. Non sono arrivato in tempo e, quando mi sono presentato, decisamente non ero al top della forma. Oltretutto era il giorno dei funerali di Marco Simoncelli. Ho vissuto momenti migliori.
Sono comunque rimasto a Modena tutto il weekend e, sia venerdì che sabato, ho mangiato e bevuto alla Compagnia del Taglio.
Venerdì ho bevuto un Kaplja di Podversic. Annata 2001. Maggioranza Chardonnay più blend di Malvasia Bianca e Friulano. In questo blog avevo recensito con poca convinzione l’annata 2005, che – nonostante stimi Podversic – mi aveva un po’ deluso. La 2001, al contrario, era splendida. Uno dei migliori orange wine su cui mi sia imbattuto. A un prezzo che, di solito, si aggira attorno alle 30 euro.
La sera successiva ho provato un altro bianco macerativo. Un Serragghia 2009 Igt siciliano. Zibibbo in purezza. Credo sia un Triple A Velier. Vino oltremodo aromatico, difficilissimo da abbinare e con un naso pulito – nel senso di non difettato – ma incredibilmente prevaricante. Mai sentito un vino capace di “stancarti” così tanto con i profumi. Uno Zibibbo secco e macerato, ben fatto, estremo come non può non essere. Dovrebbe costare sui 20-25 euro. Bevuto da solo è faticoso (per il naso, non per il gusto). Se abbinato con cose impegnative, tipo foie gras (mi dicono) o acciughe, se la cava.