Vitovska

Schermata 2019-10-14 alle 18.53.01La Vitovska è uno dei vitigni che preferisco: naturale, per chi come me ama i macerativi. I nomi li conoscete meglio di me. Immediatamente penso a Zidarick e Vodopivec. Poi Cotar, Skerk e Kante.
Nei giorni scorsi ne ho provate tre versioni.
Zidarich (annata 2017) è una garanzia. Goduta alla Vineria al 10 di Arezzo. La Vitovska di Zidarich ha nerbo, ha grazia, ha grinta. Slanciata verso l’alto, fresca e sapida, persistente. Non si dimentica – a differenza di non pochi orange wine – quella cosa decisiva chiamata bevibilità. Sia lode.
C’è poi la Vitovska (annata 2016) di Matej Svara. Slovenia. Macerazione di 9 giorni e poi affinata in barriques e damigiane usate. In rete si trova attorno ai 30 euro. Mi ha convinto. Bevuta con Mesmeric Lady. E’ il classico macerativo polposo, che a temperature “alte” regala tutta la sua morbidezza e quelle note paradigmatiche (ma come cazzo parlo???) di pesca gialla e miele. Piace poi la spezia che prorompe in bocca, anzitutto pepe. Difetta forse in freschezza, ma è un bel bere.
Sta a metà strada tra le due, nel senso che non ha la polpa dirompente di Svara ma neanche la freschezza/eleganza di Zidarich, l’assai apprezzabile Vitovska (annata 2016) “Pietra” di Marko Tavcar. Ancora Slovenia. Bevuta settimane fa, non mi ricordo il prezzo. Mi pare quest’ultimo un vino, e un produttore, dalle grandi prospettive.
Nei tre casi descritti, comunque, garantisco un bel bere.

2 Commenti a “Vitovska”

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Andrea Scanzi

Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioé senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona
   e non alle sue idee
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni.

Tali regole valgono (sostanzialmente) anche per la pagina ufficiale
Facebook e il profilo Twitter.
Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio,
cancellare i messaggi.
Il proprietario del blog non interverrà mai nei commenti ai suoi post.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile
per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Lascia un Commento