Premio “Il vino spiegato bene”

Schermata 2019-04-29 alle 12.36.45Ieri sono intervenuto al Festival Only Wine di Città di Castello con un monologo dedicato al buon bere. A fine evento, in maniera del tutto inaspettata, ho ricevuto un premio per la mia attività divulgativa legata al mondo del vino. Mi ha fatto molto piacere e condivido la motivazione con tutti voi. Viva!  “Ad Andrea Scanzi conferiamo il premio “Il vino spiegato bene”, per la straordinaria capacità di rendere accessibile il racconto del vino, aprendolo ad una vasta platea di appassionati, attraverso un linguaggio chiaro e a una narrazione intrigante. Per aver contribuito in maniera determinante ad ampliare il “discorso intorno al vino”, sottraendolo ad una comunicazione verticale e troppo spesso autoreferenziale, offrendo strumenti di lettura innovativi e coinvolgenti.”

2 Commenti a “Premio “Il vino spiegato bene””

  • Marco:

    Ciao complimenti per il premio del quale condivido appieno le motivazioni! c’ero anche io a Città di Castello… hai assaggiato anche qualcosa di interessante e da condividere?

  • Caso evidente di premio ‘sensato’. Bravo Scanzi: da enofilo mi rendo conto quanto si risulti spesso verbosi agli occhi ed orecchie dei ‘profani’ quando si tenta di spiegare un vino e la umana fatica (cit. Teobaldo Cappellano) che si cela in quella bottiglia. Nel fare ciò tu sei innegabilmente bravo e dunque, giusto premiarti.
    Prosit.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Andrea Scanzi

Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioé senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona
   e non alle sue idee
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni.

Tali regole valgono (sostanzialmente) anche per la pagina ufficiale
Facebook e il profilo Twitter.
Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio,
cancellare i messaggi.
Il proprietario del blog non interverrà mai nei commenti ai suoi post.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile
per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Lascia un Commento