Elda 2009 – Nusserhof

Il post di Natale lo dedico a questo piacevole vino da tavola. Centro di Bolzano, azienda Nusserhof di Heinrich e Elda Mayr.
Elda è anche il nome di questo vino. Schiava gentile in purezza. “Declassato” a vino da tavola. L’annata non c’è, soltanto il lotto (2009).
Azienda biologica, famosa anzitutto per la bevibilità dei Lagrein (solitamente un po’ cicciuti), associata a Bioland nel 1994. Uno dei vini a cui Mayr tiene di più (altrimenti non lo dedicava alla moglie, presumo).
L’ho provato due sere fa alla Taverna Pane e Vino di Cortona. Avevo chiesto un vino bevibile: anzitutto bevibile.
Arnaldo ha proposto una rosa di quattro nomi. Con il mio amico abbiamo scelto questo. Elda – bevuto con un assaggio di formaggi – ha risposto alle aspettative.
Il costo al ristorante è attorno ai 15 euro. Ne vale di più. E’ snello, piacevole, mai ingombrante, abbastanza lungo. Alcolicità contenuta. Da alcuni accostato a certi Syrah del Rodano Settentrionale (forse al gusto: come densità e struttura, proprio no).
Il suo pregio maggiore è la bevibilità. Non eccelle al naso, tutto sommato semplice (fruttato, con un che di oliva), ma il vino quotidiano – e onesto, e schietto – così deve essere.
Dell’azienda ho sentito parlare soltanto bene.
Quando avete voglia di un rosso non impegnativo, ma educatamente appagante, consiglio.

4 Commenti a “Elda 2009 – Nusserhof”

  • benux:

    bevuto quest’estate al calice alla taverna pane e vino di Cortona ero li’ in vacanza non è che mi abbia entusiasmato, troppo semplice e onesto proprio come dici tu.

  • Gladiator:

    Dello stesso produttore prova il lamarein, uve lagrein con metodo amarone ( appassimento ). Eccezionale e unico nel suo genere ! Se lo hai bevuto mi piacerebbe una tua recensione !

  • Marco:

    @Gladiator: mi sa che ti confondi con Josephus Mayer.
    Tornando al tema: il vino in questione l’ho trovato al più mediocre. Non so come mai in rete questo produttore venga quasi idolatrato. Trovo i suoi vini normalissimi ad eccezione del bianco Blaterle che proprio trovo inutile.

  • Arnaldo:

    Il Lamarein non è prodotto da Heinrich Mayr dell’azienda Nusserhof ma dal suo vicino, anche lui Mayr ma Joshephus (Azienda Unterganzner). Joshephus produce vini di stile diverso, decisamente più ricchi e concentrati come il Lamarein e il Composition Reif (da vitigni internazionali). Il pregio di Elda e anche del Lagrein Riserva (vino di punta di Nusserhof) è la pulizia e la bevibilità, prerogative ultimamente in disuso in Altoadige.

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Andrea Scanzi

Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioé senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona
   e non alle sue idee
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni.

Tali regole valgono (sostanzialmente) anche per la pagina ufficiale
Facebook e il profilo Twitter.
Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio,
cancellare i messaggi.
Il proprietario del blog non interverrà mai nei commenti ai suoi post.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile
per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Lascia un Commento