Rugoli 2011 – Davide Spillare

Ieri e venerdì ho bevuto i due bianchi fermi prodotto da Davide Spillare, naturalista di Gambellara (Vicenza). Lo stesso paese di Angiolino Maule, lo stesso vitigno principe (Garganega). Non a caso i vini di Spillare sono distribuiti da Arkè, sempre curata dalla famiglia Maule.
Di Spillare, giovane produttore che aderisce al Movimento VinNatur, ho provato il Rugoli e il Rugoli Vecchie Vigne. Entrambi Garganega 90 percento e Trebbiano 10 percento. Annata 2011 (giovani, troppo giovani: lo so). Il base si trova – al ristorante – attorno ai 12 euro, il Vecchie Vigne sui 22. Più o meno i prezzi di Sassaia e Pico de La Biancara, a cui per certi versi si possono paragonare.
Due ettari vitati, nessun intervento chimico in cantina, niente filtrazioni (e infatti un po’ di fondo, nel Vecchie Vigne, c’era). L’azienda si definisce a regime biodinamico ragionato (ovvero: biodinamico sì, pratiche magiche no).
I Rugoli sono degli orange wines, anche se la macerazione è di sole 18 ore. Il colore è uno splendido giallo dorato.
Dalle recensioni che ho trovato in rete, ad esempio questa, ho appurato che i primi vini di Spillare non erano pulitissimi al naso. Per quanto mi riguarda, nel Rugoli Vecchie Vigne ho avvertito una lieve sensazione di ridotto, che è però svanita subito e non ha inficiato la beva.
La caratteristica di Spillare è inseguire il modello ossidativo dei bianchi dello Jura. Ho scritto più volte di non amare quella tecnica, che ha radici storiche profonde e molti estimatori. Era lecito, quindi, essere scettici. Invece Spillare è bravo a dosare questo effetto ossidativo, che è lieve (si sente di più nel Vecchie Vigne) e dona ulteriore eleganza ai suoi bianchi.
Entrambe le Garganega virano su note di noce e vinacce. Rispetto ai vini di Maule avverto un passo indietro sul fronte della bevibilità e meno polpa, ma anche maggiore eleganza. Piacevole ma un po’ corto il Rugoli base, ambizioso – con motivo – il Vecchie Vigne. Sono vini da provare, che consiglio anche come vini di avvicinamento al mondo naturalista, perché – al di là del fondo presente in alcune bottiglie – sono puliti, accattivanti anche all’esame visivo, dritti (più acidi che minerali) e riusciti.

Un Commento a “Rugoli 2011 – Davide Spillare”

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog di Andrea Scanzi

Non sono consentiti:
* messaggi non inerenti al post
* messaggi privi di indirizzo email
* messaggi anonimi (cioé senza nome e cognome)
* messaggi pubblicitari
* messaggi con linguaggio offensivo
* messaggi che contengono turpiloquio
* messaggi con contenuto razzista o sessista
* messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane
  (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)
* messaggi il cui contenuto rappresenta un'aggressione alla persona
   e non alle sue idee
* messaggi formattati in modo da diminuire la fruibilità delle discussioni.

Tali regole valgono (sostanzialmente) anche per la pagina ufficiale
Facebook e il profilo Twitter.
Il proprietario del blog potrà in qualsiasi momento, a suo insindacabile giudizio,
cancellare i messaggi.
Il proprietario del blog non interverrà mai nei commenti ai suoi post.
In ogni caso il proprietario del blog non potrà essere ritenuto responsabile
per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Lascia un Commento