Archive del 2 aprile 2020

Velato Sur Lie Metodo Familiare – Furlani

Schermata 2020-04-02 alle 11.22.46Adoro i rifermentati, ve l’ho detto e scritto ormai tante volte. Tra i miei (tanti) preferiti c’è il Velato. Capire chi lo produca non è così intuitivo, perché sull’etichetta leggi “Vini dell’Angelo”. Quindi? L’azienda in realtà è quella Furlani di Vigolo Vattaro, in provincia di Trento, di cui ho parlato spesso (e sempre bene. Per esempio qui). Una garanzia.
Se non trovate subito il nome Furlani sull’etichetta del Velato, è perché la cantina realizza questa bottiglia in esclusiva per Proposta Vini. La locuzione “Vini dell’Angelo” è così spiegata: “Con questo progetto sono state recuperate tutte le varietà d’uva presenti in Trentino (in maniera non estemporanea) fino alla Grande Guerra, ne sono stati curati il reimpianto, la coltivazione, la vinificazione e la commercializzazione. (Ri)scoprire i vitigni storici è una risposta efficace al processo di omologazione e contribuisce a restituire dignità a queste uve. I consumatori e gli appassionati avranno modo di poter ritrovare radici culturali ma soprattutto antichi profumi e sapori, valorizzando la biodiversità viticola trentina”.
Il Velato Sur Lie Metodo Familiare, che in rete trovate sui 10 euro o giù di lì, è una bollicina da uve tutte italiane. Un po’ come bere un frizzante di prima della Grande Guerra, meglio ancora pre-fillossera, però con le conoscenze di oggi. Le uve, rigorosamente autoctone e antichissime (nonché rarissime), sono Lagarino Bianco e Valderbara. Affinamento in botti di acciaio. “La chiarifica avviene attraverso il freddo inverno della Vigolana” – riporto dal sito di Proposta Vini – “le botti vengono portate all’aperto nel mese di Marzo con l’aumento della temperatura, in fase di luna crescente, viene imbottigliato con l’aggiunta di mosto d’uva concentrato e lievito, in modo da indurre la seconda fermentazione in bottiglia. In 15 giorni manualmente si mette in sospensione il deposito formatosi in bottiglia e dopo 3 lune può iniziare la commercializzazione“.
Il Velato è un frizzante d’altri tempi. Semplice. Dritto. Allegro. Di beva prorompente. Viva!