Archive del 23 gennaio 2019

Barbagianna 2017 – Bragagni

IMG_9699Due sere fa sono stato all’Enoteca Naturale a Milano. Sui Navigli. E’ un posto delizioso, nel palazzo di Emergency. Semplice, appassionato e con tanti vini naturali. A un certo punto, nella mia bella progressione, mi sono imbattuto in questo Barbagianna. Azienda agricola Bragagni (Andrea).Vino bianco, annata 2017. In rete si trova a 15 euro o giù di lì.
L’ho trovato meraviglioso.
E’ un uvaggio di Famoso e Trebbiano. Il Famoso vinificato in bianco, il Trebbiano macera sulle bucce per 20 giorni. I due vitigni – leggo dalle poche descrizioni reperibili – “affinano insieme in botti grandi di legno per circa 8 mesi. Ulteriori 6 mesi di affinamento in bottiglia prima della commercializzazione”.
Mi hanno colpito due cose. La prima è il naso, che ha quell’aroma sporco e sgarbato di legno vecchio, sottobosco e un che di feccino. Detta così sembra una cosa brutta, e per qualcuno lo è, ma – forse per un effetto madeleine proustiano – i vini così mi colpiscono quasi sempre in positivo. Ovviamente questo naso deve comunque essere gradevole e non difettato. E quel Barbagianna lì non era certo difettato. La seconda cosa che mi ha colpito è la grande bevibilità, mai scontata in un vino comunque macerato. Qui però avverti la tensione acida, una buona mineralità e una grande personalità.
Ve lo consiglio senza remore alcune.